Sei celiaco?

Debolezza generale, alterazioni cutanee, anemia, diarrea, gonfiori addominali, difficoltà di crescita , questi sono i sintomi per chi soffre di intolleranza al glutine. Il glutine è un complesso proteico presente in alcuni cereali, quali frumento, segale, orzo, farro, spelta, grano Khorasan . La celiachia è una malattia autoimmune che si manifesta a livello gastrointestinale in soggetti con predisposizione genetica. È dovuta a un’intolleranza alimentare permanente al glutine, un complesso di proteine che si trovano nel grano, nell’orzo, nella segale e in altri cereali e derivati e in tutti i cibi che lo contengono anche in piccole tracce.

 Non è facile accorgersi di essere celiaci perché questa intolleranza alimentare può manifestarsi con segni e sintomi anche molto diversi tra loro, non sempre tutti riconducibili al tratto stomaco-intestino e spesso sovrapponibili a sintomi di altre patologie.La celiachia può essere identificata con assoluta sicurezza attraverso la ricerca sierologica e la biopsia della mucosa duodenale in corso di duodenoscopia. Gli accertamenti diagnostici per la celiachia devono necessariamente essere eseguiti a dieta libera (dieta che comprende il glutine). Più nello specifico la diagnosi di celiachia si effettua mediante dosaggio sierologico degli anticorpi anti-transglutaminasi (anti-tTG) ed anti-edomisio (EMA) di classe IgA, oltre il dosaggio delle IgA totali. Il Test Genetico invece valuta la presenza dei geni HLA DQ2/DQ8. 

La positività al Test non fornisce la certezza di manifestare la malattia, ma indica una predisposizione a svilupparla, suggerendo l’adozione di comportamenti alimentari utili ad evitare le complicanze della celiachia. La negatività al Test fornisce la certezza di non sviluppare nel corso della vita la celiachia.

Comments (0)

No comments at this moment
Product added to wishlist
Product added to compare.